Scarica gratis il pdf dell’articolo

 

 

E’ nato ISSA powered Network, il primo

Network del FITNESS di QUALITA 

Il sogno nel cassetto di ogni studente che si avvicina a ISSA e ne frequenta i corsi è aprire una propria attività: grazie a ISSA Europe è un sogno che oggi si può realizzare.ISSA Europe offre infatti un percorso personalizzato e numerosi servizi per supportare il lavoro del Personal Fitness Trainer o il Centro Fitness che aderisce al Network.

 

 

ISSA Europe certifica sia il Personal Fitness Trainer libero professionista sia la Struttura, inserendoli nella prima rete mondiale del Fitness di Qualità.

 

Per differenziarsi dai colossi del low cost (….e no service), ISSA Powered Network si concentra sulla risorsa più importante del progetto: la Formazione e l’Aggiornamento continuo di ogni Professionista.

La Formazione di chi aderisce al Network viene così erogata su misura sia al Personal Fitness Trainer, sia a tutto lo Staff di una Struttura.
Allo stesso modo, l’Aggiornamento Continuo è studiato ed erogato periodicamente per mantenere costantemente alto il livello di servizio e la qualità professionale.

 

L’obiettivo del Network è quindi sia quello di offrire agli utenti una rete di palestre impegnate a lavorare per ogni singolo Cliente con lo stesso metodo e la stessa attenzione alla sua tutela, sia quello di creare una rete di professionisti altamente preparati e capaci di mantenere la promessa di offrire Benessere, Salute e Prevenzione a ognuno.

 

La forza del Network è offrire un servizio altamente personalizzato al Cliente con una qualità di eccellenza certificata ISSA Europe affiancando ogni struttura o professionista esaltandone il nome e lo spirito ma mantenendone l’identità.

 

“ISSA Powered Network:

YOUR PERSONAL NETWORK!”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

TAEKWONDO: Bari

 

Grande affermazione del nostro Luca Lanotte, dello Sporting Club Leonardo ai campionati italiani di taekwondo a Bari.
Per l’attesa occasione, il team si trasferisce al palazzetto dello sport subito dopo il viaggio in una magnifica giornata di sole.

 

Completate le operazioni di peso , la squadra viene ospitata nel capoluogo pugliese da una gentilissima famiglia di amici, a gradita conferma della grande tradizione di accoglienza meridionale.

 

La mattina seguente, hanno inizio i combattimenti e la tensione inizia velocemente ad aumentare.

Il livello degli atleti è decisamente elevato, e il palazzetto diventa teatro di scontri al fulmicotone.

Nei primi due incontri, la supremazia del nostro è a dir poco evidente. Ha ragione degli avversari mettendo in campo grinta e determinazione, e dominando la scena come un campione consumato.

 

Dopo due vittorie molto nette, Luca viene quindi catapultato direttamente in finale, dove dovrà contendere la medaglia ad un avversario molto più alto, parecchio titolato e particolarmente coriaceo. Il maestro Lorenzo e il coach Gianfranco, supportano il nostro atleta con particolare attenzione.

 

Quello che ne scaturisce, è uno scontro all’ultimo respiro, un testa a testa fino all’ultimo istante, una lotta colpo su colpo.
Il finale è entusiasmante, Luca perde per un inezia a un soffi o dal fischio finale, meritandosi una standing ovation del pubblico, in una cornice di grande sportività.

 

Sarà medaglia d’argento, un grande successo per il nostro, che diventa vice-campione italiano ripagando gli sforzi e i sacrifici dell’intera squadra.
Alla sera, festeggiamenti a base di pesce e tanta convivialità prima del rientro a casa.

 

 

 

TAEKWONDO: Riccione

 

Campionati interregionali open Riccione. Altra valida affermazione ai Campionati interregionali di taekwondo a Riccione per la Scuderi’s school e lo Sporting Club Leonardo da Vinci.
I nostri due giovani atleti, Luca Lanotte e Nahor Desbele, non mancano di regalare soddisfazioni e medaglie al team.
Dopo una trasferta baciata dal sole verso la stupenda località romagnola insieme al Maestro Scuderi, i due si apprestano a gareggiare non senza qualche preoccupazione. 

 

Luca, reduce da un confronto all’ultimo respiro ai recentissimi campionati italiani di Bari, soffre per vari acciacchi in seguito ai colpi subiti dagli avversari. Nahor, ritorna alle competizioni dopo qualche problema fisico.
Come sempre, la giornata di gara è preceduta da uno stop obbligato nei ristoranti del posto, ove i nostri hanno modo di apprezzare l’aspetto culinario dell’ospitalità romagnola.

 

Il momento dei combattimenti, giunge puntuale il giorno successivo.
Inizia Nahor, che si scontra con un avversario molto determinato a prevalere, con il quale ingaggia una tenzone molto accesa.
Dopo qualche scaramuccia iniziale, la gara si svolge in sostanziale parità, e vede il nostro soccombere sul finale di misura, dopo aver concesso molto alla spettacolarità tecnica.

 

Sarà medaglia di bronzo Luca invece, dopo aver addirittura pensato al ritiro tecnico a causa dei forti dolori, decide improvvisamente di accettare i combattimenti, convinto sul finale dalla determinazione del Maestro Scuderi a voler assicurare la compattezza della squadra.
L’esperienza del Maestro, convince il nostro a stringere i denti e affrontare il quadrato di gara, dando vita a due scontri davvero interessanti.
Nel primo, prevale combattendo “in difesa”, proteggendo le parti doloranti senza far venir meno la strategia.

Nel secondo, purtroppo, i dolori gli impediscono di competere al pieno delle proprie capacità, e perde con onore e malincuore. Sarà la seconda medaglia d’argento per la squadra, a coronamento di una giornata estremamente proficua.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



 

 

news-online-n-3-pubb-issa

 

 

 

s-editionn-3-img1-pag-2

 

 

“Un’ordinaria storia di successo” 

 

Non sono mai stata una bambina magra, né tantomeno una ragazzina bella e snella.

Il mio desiderio, da quando mi ricordo, è stato sempre quello di dimagrire. Ingenuamente, mi sottoponevo a lunghe processioni di rigide diete. E mi allenavo, prima da sola e poi in un centro fitness.

 

A diciassette anni sono riuscita a ottenere una buona forma fisica fonte di tanta soddisfazione. Mi accorgevo che lo sport produceva degli straordinari benefici che andavano ben oltre la bilancia: stavo bene, avevo ottimi risultati a scuola e avevo tanta voglia di fare.

 

Dopo il primo anno di università, la tragedia all’improvviso: perdo un’amica a causa di un’incidente stradale che vede coinvolte entrambe. Per mesi sono stata male, senza voglia di allenarmi, creare nuove amicizie o mantenere quelle vecchie. Mi sono chiusa in me stessa, isolandomi anche dalla mia famiglia.

 

Mi sentivo sola al mondo, ma, in realtà, tutti mi volevano aiutare.
Le mie abitudini alimentari hanno preso una pessima china che, insieme all’abbandono dell’attività fisica, hanno fatto lievitare la bilancia di oltre 20 kg in poco meno di un anno. Ogni giorno che passava, mi sentivo sempre più triste.

 

Non volevo questa deriva a soli 20 anni!
Scrivendo queste righe rivivo il momento in cui ho deciso di cambiare il senso della marcia della mia vita.

E non so come e dove sarei adesso se non l’avessi fatto. Ho ripreso ad allenarmi, a mangiare sano e ho maturato una decisione cruciale: trasferirmi in Italia.
C’è voluto del tempo, vivendo anche giorni segnati dalla depressione.

 

Però sono riuscita a vincere la guerra con la persona che ero allora per diventare la donna che sono adesso: come molte, oberata da impegni di famiglia, casa e bimbi da accudire. Mi sento comune a tante donne ma, dentro di me, c’è un inestinguibile desiderio di trasmettere ad altre persone che stanno combattendo la loro battaglia o che non l’hanno ancora cominciata, l’esperienza e la soddisfazione per la VITTORIA dopo un percorso accidentato: si può migliorare, per sentirsi protagonisti della propria vita! Sempre!

 

Desiderosa di crescere, ho acquisito le certificazioni come Personal Trainer e Functional Training con ISSA, leader del settore fitness in Italia.
Con questa formazione come viatico, mi sento preparata per essere al fianco dei miei clienti ed aiutarli nel riprendere in mano la loro vita, prendersi cura della propria salute e promuovere i rapporti sociali.

 

In poche parole: STARE BENE A 360 GRADI.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

di Segreteria Fitness&Sport

 



Autore:

Tags: , , ,